@matteorenzi mi ha fregata

Matteo Renzi

Io di politica non so praticamente nulla. Ho pochissime idee a riguardo, la maggior parte delle quali pure confuse.
Però una cosa la so, o meglio credevo di saperla, e cioè che il Presidente del Consiglio diviene tale dopo le elezioni politiche, ovvero dopo che tutti gli aventi diritto al voto si sono recati alle urne e hanno messo una crocetta su un nome, o un partito.
Ecco, le poche certezze che credevo di avere si sono sbriciolate come Digestive sul fondo di una cheesecake.
Però c’è anche un’altra cosa che so, so distinguere le persone che mi piacciono da quelle che invece proprio no…

Tu mi piacevi Matteo. Sarà che hai la stessa età di mio marito, sarà che hai lo stesso nome di mio fratello, sarà quel che ti pare…sta di fatto che io per te ho speso 2€ per mettere una crocetta sul tuo nome (facendo pure attenzione a leccare la matita – hai visto mai che Grillo potesse avere ragione).

Comunque la prima volta è stato piuttosto facile. Complice l’entusiasmo per la novità delle Primarie, complice la pelata del tuo avversario e – suppongo – ex amico Pierluigi, che ormai mi ero stufata di vedere, mi sembrava che tu fossi davvero il cosiddetto nuovo che avanza. Un ragazzo sveglio, coraggioso, dicevano. Vabbè mi sono fidata.

La seconda volta invece me la sono persa, lo ammetto, tanto la tua vittoria era comunque già palpabile. Io in quella occasione però avrei votato @civati, ti dico la verità, perché il tuo atteggiamento da primo della classe in tutti i confronti  pubblici, un tantino mi indisponeva, e il ruolo da Segretario lo vedevo un po’ stretto su di te.

Nel frattempo sei andato dalla De Filippi a C’è Posta Per Te, e anche lì  ti ho difeso. Ci sono milioni di italiani che versano facili lacrime durante la prima serata di Mediaset, ho pensato, e sicuramente è un modo rapido e clamoroso per cercare di arrivare al cuore anche di chi ha sempre votato Scilvio. Bravo, bella idea.

Ma qualcosa in me inizava a vacillare…e dopo la De Filippi è arrivato il chiodo.
Ora, va bene che sei giovane e che ti senti un ragazzino, va bene che siamo cresciuti entrambi a pane e Happy Days, ma le foto da Fonzie su CHI….mioddio proprio no! Qualche pazzo sprovveduto ti ha persino paragonato a Justin Bieber, e per me non è stato facile reggere il colpo, così ho iniziato a chiedermi se avessi votato un vero politico o un semplice personaggio.

Hai letteralmente sbaragliato la concorrenza, vincendo anche contro il maglioncino a collo alto di Civati,  mettendo in ombra il suo epic win nel simulare il fatidico confronto tra candidati da Fabio Fazio da cui era stato estromesso. Ti giuro che mi sto ancora chiedendo come tu abbia fatto, e hai rispedito nella sua camera iperbarica l’algido Cuperlo, senza tanti complimenti. Insomma hai vinto, di brutto.

Poi ne hai fatta un’altra delle tue. Hai fatto entrare il nemico nella sede del Partito, facendo incazzare abbestia i democratici della prima ora. Cioè, c’era Berlusconi a colloquio privato al largo del Nazareno a Roma! Roba da far rizzare i capelli perfino a Bondi, per dire.
E anche in questa occasione ti ho difeso. Ho pensato: Finalmente uno con le palle! La nuova legge elettorale si deve fare, e il coinvolgimento di un pluricondannato corruttore di minorenni, senatori, giudici, avvocati ecc ecc…purtroppo è imprescindibile. Quindi bravo, bella mossa, di nuovo.

Mai giochetti da Prima Repubblica, avevi promesso, mai contro Letta, mai senza voto popolare, mai con Berlusconi…e allora com’è che hai silurato il povero Enrico, trovato un accordo di largh(issimissim)e intese con il Centro Destra e stai per sedere sulla poltrona più calda del Parlamento? Mi sono persa qualcosa? Mi sa di si. E tu oggi, caro Matteo, hai perso la mia fiducia.

Però, io sarò antipatica certo, ma sono anche una persona ingenua, che non vuole credere di essere stata gabbata così tanto, non mi pare vero di essermi fatta fregare così. Quindi, sono davvero curiosa di sapere che cosa hai di tanto importante da dire domani, sono curiosa di sapere se riuscirai di nuovo a convincermi che sei una persona per bene, che sei quella persona in grado di garantire un futuro dignitoso ai miei figli nel nostro paese. Perché oggi, onestamente, io non ne vedo nella vostra cricca di privilegiati.

Scusami per lo sfogo, caro Matteo, spero che tu non te la sia presa, e spero anche che non ti offenda se ti chiedo di restituirmi i due euro di fiducia che ho speso per votarti.

Se per favore inizi a seguirmi su Twitter, ti mando il mio Iban in DM.

Ah, e in bocca al lupo per questa nuova mirabolante avventura, ti fa gli auguri un altro tizio che all’inizio mi pareva niente male, un certo Mario Monti.

Annunci

Un pensiero su “@matteorenzi mi ha fregata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...