Addio a Federica, la blogger che ha sfidato il cancro

federica cardia

Federica Cardia aveva 31 anni quando, appena due giorni fa, è stata stroncata da un tumore al colon che non le ha lasciato scampo.
Tutta la sua storia, la storia del suo calvario, la trovate in questa fan page di Facebook – Tanto vinco io – che  la giovane blogger aveva deciso di lanciare per condividere la sofferenza di una lotta che stava portando avanti da ormai due anni, da quando nel 2011 le era stata diagnosticata la malattia.

Purtroppo Federica ha perso la sua battaglia più importante, ma ha lasciato a tutti noi un grande insegnamento. Ha dimostrato, con estremo coraggio, che la malattia, spesso vissuta con vergogna, quasi fosse una colpa, in totale solitudine, non può e non deve essere un tabù, che le paure più insidiose che si nascondo nell’animo di chi soffre possono essere condivise parlandone, confrontandosi, chiedendo aiuto e soprattutto senza timore di apparire deboli.

Ed è proprio questo ciò che ha fatto, non ha avuto paura di mostrare le sue più intime debolezze, ha raccontato con una lucidità da far accapponare la pelle, i dettagli dei suoi interventi, il fastidio della chemioterapia, i dolori lancinanti e le notti insonni in ospedale, ha letteralmente reso di dominio pubblico tutti quegli aspetti che cambiano per sempre la vita di chi è malato.

Federica ha deciso di chiedere aiuto tramite il web, e grazie al web è anche riuscita ad ottenerlo, ha raccolto parte del denaro necessario per coprire altissime spese mediche, è stata circondata, seppur in modo virtuale, da amore e comprensione. Dai quasi 10 mila fan della sua pagina, con i quali ha condiviso ogni passaggio di un percorso così doloroso da annientarti la mente prima che il corpo, ha ricevuto messaggi di speranza, di sostegno, di affetto.

Ha sostenuto interviste, ha cercato fondi per le cure, ha continuato a raccogliere informazioni e testimonianze di altre persone nella sua condizione, non ha mai avuto intenzione di mollare, ha lottato con le unghie e con i denti contro un demone che pensava di riuscire a sconfiggere ma che, alla fine, se l’è portata via.

Probabilmente in molti non saranno d’accordo sulla scelta di Federica di mettere in piazza il suo tumore, di farlo diventare un post da commentare o su cui mettere “mi piace”, come se su Facebook, o più in generale sul web, certi argomenti non debbano essere trattati perché troppo delicati e intimi.
Io (come tantissimi altri) credo invece che la sua sia stata una scelta davvero coraggiosa, che abbia saputo fare di necessità virtù, sfidando apertamente ciò che forse sapeva essere più grande di lei,  affrontando la malattia con una forza d’animo e una determinazione pazzesche.

Addio Federica, lottatrice coraggiosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...