I like non salvano vite. I soldi si

Schermata 2013-05-06 alle 17.20.22

Da quando sono entrata nel meraviglioso mondo del 2.0 e soprattutto dei social network, la mia innata propensione all’incazzatura e all’indignazione si è ampiamente acuita.
Non che questo mio atteggiamento fosse latente per la verità, chiunque mi conosca un pochino sa che mi basta un attimo per accendermi, mi pulsano le tempie in tempo record e mi si appicca un incendio nello stomaco quando qualcosa urta la mia sensibilità.
Comunque, tra le infinite cose che mi fanno battere la carotide a tempo di bachata, ci sono quelle pseudo campagne di sensibilizzazione che brulicano online, e trovano (ma dai?!) terreno fertile specialmente su Facebook, che è notoriamente il social più appetibile per chi vuole sfruttare immagini scioccanti e strappare facili consensi.
[Ecco che già mi balla la palpebra sinistra….]

Punto uno: la beneficenza si fa OFFLINE
Punto due: i “mi piace” su Facebook non salvano bambini, per quello servono i soldi, tanti soldi

Ma mica ve lo sta dicendo una sconosciuta qualunque come la sottoscritta, ve lo sta gridando nelle orecchie qualcuno che di beneficenza e di supporto a chi è in difficoltà ne sa eccome.
Sto parlano di UNICEF, e più precisamente di UNICEF Svezia, che ha lanciato una campagna di sensibilizzazione (vera) per far capire a tutti quelli che versano una lacrimuccia davanti al PC, tra il link sponsorizzato di Vente Privee e un post antigrillino di Siamo la Gente, il Potere ci temono, che stanno solo perdendo tempo.
Stanno dicendo a tutti coloro che si sentono in pace con il mondo perché mettono “mi piace” sotto la foto di uno scheletrico bambino africano, che in pace non sono per nulla, e se vogliono davvero fare qualcosa, che spengano il computer!
Attenzione, nessuno vi sta dicendo che siete obbligati a fare beneficenza, perché è una cosa che si si deve sentire dentro, la volontà di donare e aiutare gli altri non ha nulla a che vedere né con i social network, né con la pubblicità, è una cosa intima e personale e va gestita come ognuno di noi crede sia meglio. Anche se è pur vero che il web contribuisce in modo virale a diffondere i messaggi, non è altrettanto vero che questo sia bastante per risolvere i problemi, soprattutto di rilevanza mondiale.
L’UNICEF vi sta solo invitando a non farvi infinocchiare da chi racconta che un vostro clic sia sufficiente a salvare un orfano dalla strada, o una madre dalla tossicodipendenza o ancora, a regalare vaccini…emblematico è infatti il manifesto a sostegno di questa campagna, che recita quanto riportato nel titolo a caratteri cubitali:

944751_10201039040795363_320861474_n

Questa tendenza tutta 2.0 è stata denominata attivismo da clic, e ne ha parlato in modo molto esaustivo IL POST in questo articolo, UNICEF Svezia ha anche realizzato alcuni video che spiegano quanto il sostegno degli utenti sia importante per la diffusione globale delle notizie  e delle iniziative promosse, ma urla a gran voce che senza i soldi donati i bambini non si vaccinano, non si allontanano dalla strada e non si salvano dalla droga…

Non siamo pecoroni in balia degli strumenti social, e se solo sapessimo usare la testa come abbiamo imparato ad usare il mouse, forse gli sforzi di associazioni come UNICEF, raccoglierebbero frutti  migliori.

http://www.unicef.it/default.aspx.htm?PH=3

http://www.unicef.it/default.aspx.htm?PH=3

http://www.unicef.it/default.aspx.htm?PH=3

Annunci

2 pensieri su “I like non salvano vite. I soldi si

  1. Non vedo il motivo dell’indignazione. Tra parentesi, questo blog pare vada avanti proprio grazie alla nullità del tuo pensiero a cui siamo tutti così indifferentemente grati….

    1. Non so dove pensi che stia andando questo blog, avanti dove? Sei così indifferente che ti prendi la briga di commentare ogni mio post, le cose che non mi interessano solitamente le ignoro.
      Puoi fare lo stesso.
      🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...