Andrea Vaccari: un italiano alla corte di Re Zuckerberg

Il nome di Andrea Vaccari forse non è noto ai più, ma è uno di quei personaggi che ci dovrebberero venire in mente quando si parla di “cervelli in fuga dall’Italia”.
28 anni, veronese, Andrea Vaccari è infatti colui che insieme ad Alberto Tretti e al canadese Gabriel Grisé ha creato Glancee, l’applicazione di social discovering (ovvero un network che raggruppa nuove possibili amicizie in base agli interessi degli utenti) che è stata appena acquistata-nientemeno-dal gigante di Palo Alto.
Con la clamorosa acquisizione (per 1 miliardo di dollari!) di Instagram lo shopping 2.0 di Facebook era quindi solo all’inizio.

Non voglio entare nel merito economico o tecnico della questione, anche perchè non ne sarei assolutamente all’altezza; preferisco pensare alla incredibile soddisfazione che deve provare questo ragazzo, che con i suoi soci/amici ha visto “esplodere” e diventare reale (tanto da essere acquisita da un colosso come Facebook), quella che all’inizio poteva sembrare semplicemente una buona idea.

Quello che , leggendo questa notizia, dovrebbe rendere noi italiani orgogliosi e al tempo stesso dovrebbe farci arrabbiare da morire è come, ancora volta, un piccolo miracolo italiano abbia dovuto attraversare l’oceano per poter essere considerato tale.

Andrea Vaccari, 28 anni, CEO e co-fondatore di Glancee

Andrea Vaccari ha rilasciato a Panorama.it una ricca intervista in cui racconta la storia di Glancee, dagli esordi all’incontro con Zuckerberg:
Leggi qui l’intervista completa.

Annunci

2 pensieri su “Andrea Vaccari: un italiano alla corte di Re Zuckerberg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...